Stagione 2014/2015

Il Teatro Sociale di Como apre le porte ai teenagers anche con la musica sinfonica, sulle note suggestive del passato e con l’aiuto di Twitter.

Per la sua quinta edizione il progetto Orchestra in gioco, creato da Teatro Sociale di Como – AsLiCo nel 2011 con lo scopo di familiarizzare il giovane pubblico alla musica sinfonica, ha deciso di continuare il cammino scelto lo scorso anno: invitare gli adolescenti ad un concerto inserito nella programmazione serale del Teatro, un contesto sociale e ‘mondano’ al di fuori dell’ambiente prettamente scolastico.

La preparazione al concerto comincerà invece a scuola, con un incontro interattivo tenuto da un musicologo e terminerà in teatro, assistendo a una prova d’orchestra con una speciale guida e in tempo reale via Twitter.

Il progetto è rivolto a scuole secondarie di primo livello e secondo livello.

LE NOVITA’ DELLA NUOVA STAGIONE 2014/15

Preparazione differenziata:

a seconda del tipo di scuola partecipante in modo da soddisfare le particolarità curriculari specifiche dei differenti corsi di studio.

  • Scuole secondarie di primo e secondo grado ad indirizzo musicale: incontri approfonditi con un musicologo e due orchestrali, analisi della partitura, analisi del lavoro in orchestra.
  • Scuole secondarie di primo e secondo grado NON a indirizzo musicale: incontri basati sull’ascolto e sul ritmo, spiegazioni di come si compone un orchestra, degli strumenti. Esercizi pratici con un musicologo.

Diversi saranno anche i momenti per assistere alla prova, potendo così calibrare la spiegazione di ciò che avviene sul palco tra direttore e orchestra a seconda delle preparazione musicale più o meno specifica dei ragazzi seduti in platea. Alla fine della prova i ragazzi potranno fare domande su quanto svolto al direttore e all’orchestra.

IL PERCORSO DIDATTICO

incontro interattivo a scuola, in orario scolastico;

partecipazione alla prima prova d’orchestra a Teatro, in orario scolastico, con Tweet in diretta;

e-learning: sinfonie scaricabili dal web.

I CONCERTI

L’APPRENDISTA STREGONE

Johann Wolfgang Goethe, nume tutelare della poesia tedesca, conobbe il giovane Mendelssohn e lo frequentò per molti anni. Un amicizia duratura e sempre cordiale, permeata dai comuni interessi per la vita culturale tedesca. A casa Goethe, si discuteva di letteratura e filosofia, e Mendelssohn spesso si sedeva al pianoforte per suonare musiche sue e di altri, tra cui – una volta – il primo movimento della celebre Quinta Sinfonia di Beethoven, che turbò profondamente il poeta.
Ecco il fil rouge del concerto della 1813, diretto dal Maestro José Luis Gomez-Rios, che vede protagonista la affascinante cagliaritana Anna Tifu, enfant prodige ormai diventata una solida musicista che collabora con prestigiose orchestre in tutto il mondo. Mendelssohn e Beethoven saranno introdotti dalle note del poema sinfonico di Paul Dukas, L’apprendista stregone, scritto nel 1897 sull’omonima ballata di Goethe e reso celebre dal film di animazione Fantasia di Walt Disney.
Classicismo e Romanticismo si integrano in perfetta simbiosi in questo serata ‘goethiana’: l’artista è sempre espressione di chiarezza e di solarità in una visione trascendente del reale, anche quando deve comunicare l’impeto e la passione romantica, scaturita e sospinta da una fantasia accesa e sedotta dalla natura circostante.

quando:

prova interattiva martedì 20 gennaio 2015 ore 9.15 e 11.00

concerto mercoledì 21 gennaio 2015 – ore 20.30

MOZART & BEETHOVEN

Un concerto ‘concertante’ nel segno del cosiddetto classicismo viennese.

Durante il suo terzo soggiorno a Parigi, nell’aprile 1778, Mozart compose in appena 15 giorni una sinfonia per Les Concerts Spirituels, perché quattro suoi amici, tutti musicisti virtuosi dell’Orchestra di Mannheim, potessero esibirsi insieme. Per ragioni poche chiare (un litigio?), la Sinfonia concertante in mi bemolle maggiore per oboe, clarinetto, fagotto e corno non venne mai eseguita ed il manoscritto autografo andò addirittura perduto. Riportata alla luce, la composizione è da sempre cavallo di battaglia dei musicisti a fiati (a Como, tutte prime parti dell’Orchestra 1813), che hanno modo di far brillare le proprie abilità strumentali, tra toni lirici e giocosi, avvolti da un’orchestra elegante e raffinata.

Energica e serena è senza dubbio la Seconda Sinfonia, che Beethoven compose durante la villeggiatura estiva a Heiligenstadt (a nord di Vienna) e da lui diretta il 5 aprile 1803. Tanta energia e serenità desta stupore ed ammirazione, se si pensa che cominciavano a manifestarsi i primi sintomi di sordità e che il povero Ludwig attraversava anche la delusione sentimentale di essere rifiutato dalla Contessina Giulietta Guicciardi. Delusioni, dolori ed affanni che si traducono in un moltiplicarsi di stimoli espressivi e in una rinnovata creatività, che all’epoca fu giudicata bizzarra e quasi eccessiva…

quando:

prova interattiva venerdì 6 marzo 2015 ore 9.15 e 11.00

concerto domenica 8 marzo 2015 – ore 20.30

Si ringrazia per il sostegno camera commercio como

 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× 1 = tre

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>